venerdì 14 novembre 2014

Scatole impolverate - Divento suocera - 45

Al nostro ritorno dagli States siamo vicinissimi al grande evento, Silvio ed Emanuela si sposeranno fra pochi giorni e noi dobbiamo sistemare le ultime cose........vediamo.......niente. 
Non dobbiamo sistemare niente. La mamma dello sposo non ha grandi impegni e non si fa prendere dall'ansia.
Lo sposo convive da mesi e nemmeno a Treviso, abitano a Mestre, quindi a mezz'ora da noi. Questo implica che non avremo parenti e amici a fare un rinfresco a casa nostra. Bene.
I vestiti per tutti sono pronti, acquistati prima di andare in vacanza.
L'unica cosa in cui sono stata coinvolta è stato ordinare e ritirare le bomboniere, fatica zero, problemi invece qualcuno, perché il secondo ordine di bomboniere non è come il primo. La signora del negozio, non trovando più lo stesso articolo, fa una scelta leggermente diversa dalla prima, ma nemmeno lontanamente della stessa qualità. Mi sento quindi in colpa, accidenti.
Un piccolo intoppo purtroppo, che però dispiace moltissimo ai ragazzi.

Lo sposo.
Un figlio che si sposa è un affare importantissimo. La mamma dello sposo vuole essere al top e quindi questa mamma decide di provare l'emozione di andare in un grande atelier di moda e farsi fare un abito speciale. Mi rivolgo a Mario Borsato, so esattamente quello che non voglio, ma non c'è nemmeno bisogno di dirlo.....Carla, la sua meravigliosa assistente, trova velocemente quello che cerco.
Con le mie amiche

Loro dicono che sono i più fighi di tutti. Vi presento la mia mamma e suo fratello Guido.

Con la mia adorata amica Yasmine

Gli amici Possamai

Con i miei figli, in attesa della sposa

Eccola, splendida, radiosa, felice!
Quando parte la musica e tutti gli occhi si rivolgono al grande portone della chiesa, la mia commozione è grande. Manu è meravigliosa, il suo sorriso contagia tutti coloro che la stanno guardando, anche il prete officiante, siamo  tutti testimoni di una felicità talmente tangibile, che vien voglia di ridere di gioia! Non mi è mai capitato prima di oggi di sentire una tale energia carica di felicità ad un matrimonio.
Non è mai facile descrivere i sentimenti e si deve fare molta attenzione nel rispettarli, ma oggi, all'ingresso di questa sposa, siamo tutti, proprio tutti, partecipi alla loro grande gioia ed è bellissimo. Il prete stesso lo dice, non gli capitano spesso sensazioni così forti.
La cerimonia è intensa e toccante, Silvio è così bello, lo vedo così felice che niente può turbarmi, nemmeno la consapevolezza che Enrico e Marzia sono arrivati alla frutta nel loro rapporto, nonostante si sforzino di comportarsi in modo naturale, la tensione si percepisce. Io me ne tengo distante oggi, è il giorno degli sposi e anche, consentitemelo, dei genitori degli sposi!
In una bellissima villa con un parco splendido si svolge il pranzo. Su questo non dico altro perchè voglio solo i ricordi belli.
Sono una suocera a tutti gli effetti, noooo? 

3 commenti:

  1. ma che suocera stupenda, sembri la sorella dello sposo

    RispondiElimina
  2. Che belli!!! Mah...si sono sposati a Carpenedo??? E' la mia chiesa :o)

    RispondiElimina
  3. Giancarla, ad ogni foto che posti mi sembri sempre più bella! E i tuoi racconti.... Così veri, così sentiti, con i sentimenti tangibili che ti fan venire la pelle d'oca!
    Continua a scrivere, ti prego... Anche se non ho molto tempo per passare più spesso dal tuo blog, ma prima o poi arrivo a leggerti!

    RispondiElimina