mercoledì 5 febbraio 2014

25 Aprile 1972 I miei 18 anni Sesta parte

E' un capitolo scomodo questo........ricordare quella grande bellissima festa piena di amici miei e dei miei genitori, non può non far tornare a galla tutto il disagio che mi accompagnava in quei giorni.
Avevamo appena saputo, Claudio ed io, che avremmo avuto un bambino......lui era estasiato, io spaventata a morte.
Sapevo che per mamma e papà sarebbe stata una pugnalata al cuore, ma la frittata era fatta.
A quel punto si era troppo a ridosso della mia festa per cancellare tutto......mi sentivo davvero male per loro, per la delusione che avrei dovuto dargli e per quanto sapevo che avrebbero sofferto.
Per giorni papà mi aveva fatto ballare il valzer cercando di insegnarmelo, ma con scarsissimi risultati, ero e sono la negazione totale! 
Mamma mi aveva fatto fare un abito bianco lungo di pizzo, così bello!!!
Erano stati chiamati tre camerieri, la taverna era stata adibita a buffet con ogni ben di Dio, il caminetto fuori era pronto per essere acceso,....... bastava arrivassero gli ospiti.......e la festa poteva cominciare!




Il mio primo ballo, con papà, sulle note del bel Danubio Blu di Strauss. Mi piacerebbe moltissimo se qualche vecchia amica si riconoscesse nelle foto!

In mezzo al gruppo di zii e amici dei miei, mia nonna Maria. Claudio Carnielli (Cavei), la fa ballare!

Quanti cari amici! Tito e Toti, amici di una vita, e tanti altri.......



La mia carissima amica Diana, una delle pochissime che "sapevano" .......





Tito, Toti, Claudio Cavei, Fabrizio, suonano per tutti noi

Alla fine della festa, felice, ma con un po' di amaro nel cuore.....


7 commenti:

  1. Cara Giancarla, ha dirti il vero penso che la vita senza tutti quei ricordi del passato sarebbe una squallore totale.
    Guardando tutte le foto mi sono visto nella mia gioventù quando si sorrideva e si pensava ad un futuro con una famiglia.
    Ora godiamo ciò che siamo guardando questi bellissimi ricordi.
    Buona serata cara amica con un abbraccio forte forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. ciao giancarla!! pensavo a te proprio ieri! e mi chiedevo cosa stessi facendo, a malta ..... o dove...
    ma che bella questa storia, una storia che dura da una vita, anche io quell'anno compivo 18 anni, avevo fatto una festa al circolo del tennis dove giocavo ed avevo tanti amici... ma nessun fidanzato
    un bacio
    francesca

    RispondiElimina
  3. che bellissima festa!!! ricordi fantastici!!!

    RispondiElimina
  4. Forse hai vissuto la festa con ansia, il risultato.......... una famiglia Meravigliosa!!!
    Un bacio Dolcezza.
    Morena

    RispondiElimina
  5. Grazie cara Giancarla per aver condiviso con noi la tua vita.
    Per avere aperto il tuo cuore, raccontandoci dei pezzetti di te così importanti, che mi hanno fatto commuovere.
    I ricordi e queste foto sono un tesoro inestimabile.

    RispondiElimina
  6. Ah dimenticavo: che tu eri e sei bellissima lo sapevo già.
    Ma Claudio quanto era figo??
    Capisco che tu ti sia perdutamente innamorata di lui.
    E d'altra parte, è ancora un bell'uomo !

    RispondiElimina
  7. ma che bello questo diario corredato da foto...grazie per questa condivisione Lory

    RispondiElimina